Pallavolo Femminile | Giaveno finora ha pagato solo 30% degli stipendi

Le giocatrici e lo staff tecnico hanno diffuso una nota spiegando la loro spiacevole situazione.

Laura Saccomani e Ludovica Dalia probabilmente avranno pensato che questa stagione per loro sta andando di male in peggio... non per le loro prestazioni in campo, ma perché per due volte si sono trovate a giocare per società in crisi.

La Saccomani dal 28 dicembre 2012 e la Dalia dall'11 gennaio 2013 hanno deciso di giocare per la Banca Reale Yoyogurt Giaveno dopo aver lasciato l'Icos Crema, la squadra che, insieme con l'Universal Volley Modena, è stata costretta a ritirarsi dal campionato di Serie A1 di pallavolo femminile perché non più in grado di pagare le atlete e lo staff.

Per le due giocatrici è stato come passare dalla padella alla brace, perché purtroppo pare che la stessa situazione si stia verificando ora a Giaveno.
Tutte le pallavoliste e lo staff tecnico della Banca Reale Yoyogurt Giaveno, attraverso il sito Volleyball.it, hanno fatto sentire la propria voce, confermando i rumors che già circolavano da un po' di tempo e specificando che finora hanno percepito appena il 30% degli emolumenti che la società aveva promesso loro a inizio stagione.

Nonostante le tante difficoltà, la squadra è sempre scesa in campo cercando di onorare la maglia. In classifica le piemontesi sono solo penultime, ma giocheranno i PlayOff contro la Chateau d'Ax Urbino.
Prima c'è un'altra sfida a cui i tifosi tengono molto: il derby con la Duck Farm Chieri Torino sabato prossimo 6 aprile nell'ultima giornata della Regular Season.

Hanno aspettato molto tempo prima di parlare, ma alla fine le pallavoliste e lo staff del coach Bruno Napolitano hanno deciso di rendere pubblico il loro disagio e ora sperano che il problema venga affrontato al più presto e che si riesca a trovare almeno una soluzione parziale, ma concreta, per portare a termine la stagione nel migliore dei modi possibile.

Foto | © Filippo Rubin/Lega Volley Femminile

  • shares
  • Mail