Nuoto, Federica Pellegrini vince i 200 dorso agli Assoluti Primaverili e si qualifica ai Mondiali

Per la campionessa olimpica, è la seconda vittoria dopo i 100 dorso.

Federica Pellegrini sembra essere sulla strada giusta per tornare ai fasti di un tempo, come lei stessa ha auspicato in più occasioni. Oggi, durante la terza giornata degli Assoluti Primaverili di Riccione, infatti, la nuotatrice veneta ha vinto i 200 Dorso, ottenendo un tempo che ha sorpreso tutti, in primis la stessa Federica.

La Pellegrini ha vinto la medaglia d'oro grazie al tempo di 2'08''05, sfiorando il record italiano ossia 2'08''03, tempo conquistato da Alessia Filippi durante i Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009. Grazie a questo risultato, Federica Pellegrini ha ottenuto anche l'accesso diretto ai prossimi Mondiali che si terranno a Barcellona.

Federica è giunta prima al traguardo, battendo senza problemi Ambra Esposito e Carlotta Zofkova, rispettivamente medaglia d'argento e di bronzo. La nuotatrice 24enne aveva già vinto la gara nei 100 dorso e domani sarà impegnata nuovamente nei 200 stile libero.

Queste sono state le sue dichiarazioni dopo la vittoria rilasciate ai microfoni di Rai Sport, con le quali Federica ha espresso tutta la sua soddisfazione e sorpresa:

Sono sorpresissima di questo tempo. Speravo di fare il tempo limite per Barcellona, ma sfiorare il record italiano sembrava un sogno impossibile.

La campionessa olimpica ha voluto ringraziare l'artefice di questa piccola rinascita, il suo allenatore Philippe Lucas. Federica, però, ha esteso i ringraziamenti anche nei confronti di altre persone:

A chi si deve questa prestazione? A Philippe, alla preparazione fisica, al mental coach e anche a Filippo Magnini e a Roberta Ioppi, che non nuota più. Ci siamo sentite per queste eliminatorie e mi ha dato anche dei consigli.

Nonostante la giornata positiva, però, la Pellegrini non ha intenzione di fare ulteriori pronostici per il futuro:

Se ora posso giocarmi qualcosa? Per ora mi diverto, ho strappato il pass per Barcellona, poi vedremo.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail