Eurolega quarti, gara 3: Caja Laboral ed Efes accorciano

Solo il Real Madrid è qualificato alle Final Four di Eurolega, dopo gara 3 dei quarti di finale. Le due gare odierne hanno visto il successi interni di Caja Laboral Vitoria ed Anadolu Efes Istanbul, rispettivamente su Cska Mosca e Olympiacos Pireo. Entrambe le serie sono sull'1-2 e, quindi, servirà almeno la quarta sfida (in programma venerdì) per definire le altre squadre qualificate a Londra.

Il risultato più inatteso è, ovviamente, il successo dei baschi sulla formazione di Ettore Messina. Dopo le due facili vittorie russe nelle gare interne, questa volta è stata una partita a senso unico, a favore degli spagnoli. In particolare, i due quarti centrali hanno spaccato in due il match, con l'incredibile punteggio di 70-39 alla fine del terzo periodo, poi leggermente accorciato dagli ospiti a gara ormai chiusa. I baschi hanno realizzato ben 15 triple, con 21 punti e 5/6 dall'arco di Thomas Huertel.

Un po' meno sorprendente la vittoria dei turchi sui campioni in carica. Anche in questo caso, la partita si è risolta nei due periodi centrali, con il parziale dei padroni di casa per arrivare anche sul +19, prima del tardivo risveglio ospite. Il tiro da tre punti ed il dominio a rimbalzo sono state le chiavi principali del successo dell'Efes, che ha conquistato ben 12 rimbalzi in attacco. Jordan Farmar (17 punti e 5 assist) e Jamon Lucas (13 punti, 9 rimbalzi e 7 assist), sono stati i due protagonisti principali del confronto.

I risultati di gara 3 dei quarti di finale:

Panathinaikos Atene-Barcellona 65-63 (serie: 2-1)
Maccabi Tel Aviv-Real Madrid 57-69 (0-3)

Caja Laboral Vitoria-Cska Mosca 93-72 (1-2)

Anadolu Efes Istanbul-Olympiacos Pireo 83-72 (1-2)

il Real alle Final Four, sorpasso Panathinaikos

Il Real Madrid è la prima squadra qualificata per le Final Four di Eurolega. La formazione iberica ha espugnato anche la Nokia Arena di Tel Aviv ed ha chiuso con un netto ed inequivocabile 3-0 la serie contro il Maccabi. Rispetto alle prime due sfide, questa volta gli israeliani hanno resistito per tre quarti, ma è poi uscita la grande classe dei campioni merengue come Rudy Fernandez e Sergio Rodriguez.

L'ex Denver Nuggets, dopo una partita pessima al tiro, ha messo tre triple consecutive per spaccare la partita nel quarto periodo, prima dei canestri dall'arco di Mirotic e l'altro ex NBA che hanno definitivamente chiuso i conti e mandato gli spagnoli a Londra. Ora la squadra di Laso aspetta la vincente della serie tra Panathinaikos e Barcellona, con i greci avanti per 2-1, dopo un altro successo al cardiopalma, arrivato solo nei secondi finali.

E' stato nuovamente Dimitris Diamantidis a mettere il canestro del definitivo sorpasso, con una tripla di tabellone ad un minuto dalla sirena. Poi sono arrivati gli errori ai liberi di Tomic e quelli conclusivi di Jasikevicius e Navarro, negli ultimi secondi, anche se c'è qualche contestazione iberica per dei falli non fischiati. Il Pana aveva dominato all'inizio, arrivando anche sul +15, ma Navarro ed i giovane Abrines avevano chiuso lo strappo ad inizio ripresa, per l'esaltante testa a testa finale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail