Giro del Trentino 2013: Santaromita ha vinto la terza tappa davanti a Tiralongo e Scarponi

Ivan Santaromita ha battuto nello sprint finale Tiralongo e Scarponi. Maxime Bouet resta leader della classifica.

15:39 - Ivan Santaromita della BMC ha vinto la terza tappa del Giro del Trentino 2013, secondo Paolo Tiralongo (Astana), terzo Michele Scarponi (Lampre Merida).

Intervistato subito dopo la gara, Santaromita si dice soddisfatto di questa vittoria e che lui non guarda la classifica generale, ma spera che il suo capitano Cadel Evans faccia una buona gara domani e conferma che il suo prossimo impegno sarà al Giro d'Italia a fare da gregario all'australiano.

Questi i primi classificati della terza tappa:

E questi i primi della classifica generale guidata ancora dal francese Maxime Bouet, vincitore della prima semitappa della prima giornata, quella della fuga-bidone. Wiggins sale al terzo posto davanti al trio italiano Nibali, Santambrogio e Aru.

Ecco l'immagine dello sprint finale

15:37 - Scarponi, Santaromita e Tiralongo vanno a giocarsi tutto allo sprint finale.

15:36 - Bradley Wiggins procede tranquillamente con il gruppo.

15:35 - Maxime Bouet conserverà la maglia di leader della classifica. Intanto Piedra Perez e Locatelli hanno raggiunto Sarmiento.

15:33 - La situazione a quattro chilometri dall'arrivo:

1. Scarponi
2. Tiralongo
3. Santaromita
4. Sarmiento +1' 15"
5. Piedra +1' 38"
6. Locatelli +1' 38"

15:29 - A 8 km dall'arrivo ormai è chiaro che avremo un podio tutto italiano in questa tappa. Scarponi, Santaromita e Tiralongo sono irraggiungibili dagli altri, ma è difficile capire chi dei tre avrà la meglio nello sprint finale.

15:26 - Tra i tre fuggitivi e il gruppo c'è Sarmiento a 40" circa di distanza.

15:23 - A 10 km dall'arrivo è ancora quasi invariato il vantaggio dei tre italiani in fuga, Tiralongo, Santaromita e Scarponi.

15:21 - A 12 km dall'arrivo il gruppo è indietro di 2' 10".

15:19 - Il ritardo del gruppo a 14,3 km dall'arrivo è di 2' 08".

15:15 - Scarponi transita per primo sul GPM di Daone come ha già fatto con quello di Fai della Paganella.

15:13 - Santaromita ha raggiunto Scarponi e Tiralongo. Tre italiani al comando a 500 metri dal GPM di Daone.

15:12 - Sulla salita Scarponi si sta scatenando guadagnando metri sugli altri compagni di fuga, solo Tiralongo sembra in grado di tenere il suo ritmo. Ora il gruppetto di fuggitivi si sta sfaldando.

15:07 - Ora siamo a circa 20 km dall'arrivo è sta cominciando la salita.

15:05 - Il gruppo sta guadagnando molto nel tratto in pianura e ora il distacco è di 2' 15".

15:02 - Il team NetApp, che si è messo alla guida del gruppo, ha trascinato gli altri fino a recuperare già venti secondi. Ora il ritardo è di 2' 40".

15:00 - Tra i nove fuggitivi quello con il miglior piazzamento finora nella classifica generale è Stefano Locatelli della Bardiani Valvole-CSF Inox.

14:58 - Il ritardo del gruppo rispetto ai nove in fuga è ora di tre minuti.

14:53 - I fuggitivi sono passati dal punto in cui è posto il traguardo e ora si dirigono verso il Gran Premio della Montagna di Daone.

14:46 - I nove in fuga sono già a Storo, il gruppo si sta immettendo nella Valle del Chiese. Il distacco è di 3' 10".

14:43 - A 46 km dall'arrivo il gruppo è 3' 27" indietro rispetto ai nove della testa della corsa.

14:35 - I primi fuggitivi di questa mattina, cioè Cataldo e Felline, sono stati raggiunti dal gruppo al km 120.

14:33 - I nove corridori in testa hanno un vantaggio di 2' 50" su Cataldo e 3' 40" dal resto del gruppo.

14:25 - Poco dopo il km 118 Emanuele Sella, che con Felline e Cataldo era rimasto un po' indietro rispetto agli altri uomini del gruppetto di testa, si è ricongiunto con questi ultimi. Ora gli uomini in fuga sono Tiralongo (Astana, 12), Kangert (Astana, 16), Santaromita (BMC, 25), Scarponi (Lampre, 41), Durasek (Lampre, 44), Sarmiento (Cannondale, 37), Sella (Androni, 72), Locatelli (Bardiani, 83), Piedra (Caja Rural, 116)

14:21 - Tra pochissimi minuti comincia il live blogging della terza tappa del Giro del Trentino 2013.
Questa mattina i primi a tentare una fuga sin dai primi chilometri sono stati Dario Cataldo (Sky) e Fabio Felline (Androni) seguiti da Paolo Tiralongo (Astana), Kristijan Durasek (Lampre-Merida), Stefano Locatelli (Bardiani Valvole-CSF Inox) e Antonio Piedra Perez (Caja Rural-Seguros RGA), ma il gruppo è sempre rimasto piuttosto vicino. A questi corridori si sono poi aggiunti al comando della gara anche Kangert Tanel (Astana), Ivan Santaromita (BMC), Cayetano Sarmiento (Cannondale), Michele Scarponi (Lampre-Merida) ed Emanuele Sella (Androni).

Il GPM di Fai della Paganella al km 52 ha visto transitare per primo da Michele Scarponi (Lampre-Merida) davanti a Cayetano Sarmiento (Cannondale) e Stefano Locatelli (Cannondale).

Al traguardo volante di Comano, al km 83, Sarmiento della Cannondale è arrivato davanti a Durasek e a Felline

Un po' dopo il km 86 Bradley Wiggins ha avuto un problema meccanico. Wiggo aveva a quel punto circa 15" di ritardo dal gruppo guidato dalla sua squadra che dopo il passo del Ballino, al km 94,1, ha fatto rientrare il suo capitano.

12:30 - Rinnoviamo l'invito a seguire il nostro live blogging dalle ore 14:30. Intanto vi annunciamo che gli italiani Elia Viviani della Cannondale e Marco Coledan del team Bardiani Valvole-CSF Inox (ieri protagonista di una fuga per una parte di gara) oggi non sono partiti, mentre Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale), vincitore della scorsa edizione del Giro del Trentino, si è ritirato dopo una caduta al km 7 che ha coinvolto anche Louis Meintjes (MTN - Qhubeka).

La tappa Pergine Valsugana - Condino


Il Giro del Trentino 2013 giunge alla sua terza tappa: oggi, giovedì 18 aprile, dalle ore 14:30 seguiremo il diretta la fase più calda della corsa che si muove da Pergine Valsugana, da dove è partito il Tricolore 2012, a Condino (Valle delle Chiese).

La partenza è fissata alle ore 11:15 da piazza Municipio a Pergine, mentre l'arrivo è previsto intorno alle 15:40 a Condino, in viale Roma.
Il percorso si muove da Pergine Valsugana a Lases verso Lavis, nella Valle dell'Adige. Poi, da Mezzolombardo, i corridori saliranno verso Fai della Paganella affrontando un Gran Premio della Montagna di seconda categoria. In seguito passeranno da Andalo e Molveno per arrivare al traguardo volante di Comano Terme.

Nella Piana del Lomaso i ciclisti potranno rifornirsi per procedere poi dal Passo del Ballino da dove inizieranno una discesa in picchiata che li porterà a passare da Tenno verso Riva del Garda. Da qui risaliranno verso la Valle di Ledro e attraverseranno una galleria bene illuminata lunga circa 6 km. A Storo entreranno nella Valle del Chiese e passeranno una prima volta dal traguardo di Condino prima di affrontare gli ultimi 28 km caratterizzati dal Gran Premio della Montagna di Daone, cima di terza categoria. Dopo il GPM si tornerà a Codino dove è posto il traguardo dopo un rettilineo di 500 metri, largo 6 metri e leggermente in salita.

Dopo la seconda tappa di ieri, che ha visto trionfare il bielorusso del team Sky Kanstantsin Siutsou e ha riconsegnato la maglia di leader della classifica generale a Maxime Bouet della AG2R La Mondiale, vincitore della prima semitappa del primo giorno, il distacco dei due più attesi big dal francese si è quasi dimezzato e da oltre sette minuti è passato a poco meno di quattro: Bradley Wiggins ha 3' 48'' di ritardo e Vincenzo Nibali 3' 57''.

Scorrendo la classifica alla ricerca dei nomi più quotati alla vigilia, troviamo Pierre Rolland che è attardato di 4' 49", Domenico Pozzovivo di 5' 02", Cadel Evans di 5' 03", Ivan Basso di 5' 51", Michele Scarponi è molto indietro: ha un ritardo di 8' 04" da Bouet.

Ecco l'altimetria della tappa di oggi da Pergine Valsugana a Condino

  • shares
  • Mail