Atp Montecarlo 2013: Wawrinka elimina un inguardabile Murray e Federer torna numero due

Prima grande sorpresa al Master di Montecarlo. Andy Murray, testa di serie n° 2 del tabellone monegasco, è stato eliminato nettamente agli ottavi di finale dall'elvetico Stanislas Wawrinka con l'inequivocabile e perentorio punteggio di 6-1; 6-2.
Prestazione sconcertante dello scozzese incapace di tenere uno scambio e apparso davvero lontano da una condizione di forma accettabile nonostante ieri, al debutto contro il francese Vasselin avesse vinto agevolmente.

Avvio traumatico per il campione olimpico. All'1-1 iniziale seguono tre break consecutivi che consentono a Wawrinka di incamerare il primo parziale. Fallosissimo all'inverosimile, Murray è stato capace di mettere a referto solamente due vincenti nella prima frazione, una statistica mai vista in carriera.Chi si aspettava una reazione dello scozzese è rimasto ben presto deluso. Wawrinka, perfetto al servizio (in media ha tenuto la battuta con game durati meno di un minuto) ha piazzato altri break consecutivi e, con il minimo sforzo, si è involato verso un meritatissimo 6-2 in meno di un'ora di gioco. Al termine della partita, l'esigente pubblico monegasco non ha risparmiato fischi a Murray che è uscito mestamente dal Centrale sotto lo sguardo glaciale di coach Lendl. Evidentemente la terra non gli va affatto a genio.

Wawrinka, dopo aver superato nei primi due turni Istomin e Montanes, con il successo odierno ha raggiunto i quarti a Montecarlo per la terza volta in carriera e domani affronterà Tsonga. Gioisce anche Federer. La vittoria del connazionale consentirà a Roger, da lunedì, di tornare numero due Atp senza giocare. Murray infatti perderà i punti accumulati lo scorso anno  a Montecarlo quando raggiunse i quarti di finale (eliminato da Berdych). Per l'elvetico, una buona notizia in vista del ritorno in campo a Madrid dove c'è un titolo da difendere.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail