Eurolega Final Four 2013: rimonta Olympiacos, è ancora campione

Ancora una rimonta, ancora Olympiacos. La formazione del Pireo batte il Real Madrid (100-88) e fa il bis in Eurolega, dopo il clamoroso successo di un anno fa. I greci ritornano dal -17, trovano un super Vassili Spanoulis nella ripresa (22 punti), e mettono a segno la fuga decisiva nella parte centrale del quarto periodo, raggiungendo anche il +14. Decisivi anche Pero Antic e Kyle Hines, mentre agli spagnoli non basta Rudy Fernandez, molto nervoso nel finale.

Eppure l'inizio era stato devastante per i blancos: Begic e Fernandez danno il primo break ai suoi (7-20), ancora l'ex NBA ed un Llull molto caldo allungano addirittura sul 27-10, a fine primo quarto. Tutto facile? No, l'Olympiacos è la squadra delle rimonte e la partita cambia in un amen. Pur con uno Spanoulis da 0/5 dal campo, i greci si affidano alla coppia Hines-Antic e si riavvicinano già nel secondo periodo, andando all'intervallo lungo solamente a -4 (37-41 al 20').

L'MVP della stagione europea si iscrive alla partita ad inizio ripresa ed il suo impatto è devastante: tre triple consecutive e la partita è ribaltata (47-45 al 24'). La squadra di Bartzokas arriva anche a +6, ma la squadra spagnola ha il grande merito di non perdere la testa, nonostante l'incredibile parziale di 42-19 subito in poco più di 12 minuti. E' ancora Rudy a ridare fiato alle speranze madrilene e, all'ultimo intervallo, è perfetta parità (61-61).

I campioni in carica vanno nuovamente in fuga ad inizio quarto periodo, con un ottimo Shermadini in difesa e la tripla del solito caldissimo Spanoulis, per il massimo vantaggio biancorosso (70-62 al 33'). Il Real torna a -3, con l'ex teramano Carroll, però i greci ormai sono caldissimi e trovano il break decisivo: gioco da tre punti dell'ex canturino, liberi e assist del leader dei greci. Il parziale è 14-3 e l'84-70, a meno di cinque minuti dalla sirena, è una sentenza. E, con la tripla da nove metri di Spanoulis, la festa al Pireo può partire.

Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real
Guarda la fotogallery della finale di Eurolega tra Olympiacos e Real

Olympiacos o Real, l'Europa sceglie la regina

Il bis dell'Olympiacos Pireo o il ritorno sul trono del Real Madrid? Stasera, ore 21 italiane (diretta Sportitalia 2), l'Eurolega eleggerà la sua regina. E' la notte della finalissima, la stessa di 18 anni fa, quando la formazione spagnola si impose per 73-61 e conquistò l'ultimo dei suoi otto trionfi continentali. Una gara di pronostico quasi impossibile, dove trovare una favorita appare particolarmente complicato.

Il duello per il titolo se lo giocheranno due delle favorite di inizio stagione, anche se il secondo approdo consecutivo della squadra di Bartzokas all'atto conclusivo non era così atteso, ma quando nel roster c'è un fuoriclasse come Vassili Spanoulis nessun obiettivo è precluso. Entrambe le squadre vorranno controllare il ritmo della partita: i greci puntano sulla grande difesa, come mostrato in semifinale, mentre gli spagnoli possono vantare un potenziale offensivo più elevato.

Oltre a quello scontato tra i due playmaker, un duello chiave potrebbe essere quello tra Georgios Printezis e Nikola Mirotic: l'eroe della finale 2012 dovrà utilizzare la sua mobilità ed abilità anche lontano dal canestro per mettere in difficoltà uno dei giocatori più positivi della stagione (11.5 punti, 5.4 rimbalzi ed una stoppata di media). Un altro aspetto fondamentale arriverà dalla panchina, dove usciranno i due migliori giocatori delle semifinali, cioè Kyle Hines e Felipe Reyes.

Il Real è la miglior squadra nel controllo dei tabelloni, con quasi 37 rimbalzi di media a gara di cui oltre 12 in attacco, mentre l'Olympiacos tira leggermente meglio dall'arco dei 3 punti. Se le squadre italiane sono ormai fuori già da tempo dalla competizione, ci sarà anche un pizzico d'Italia in questa finalissima: il primo arbitro della sfida di Londra sarà il nostro Guerrino Cerebuch. Nella speranza di ritornare, al più presto, protagonisti.

Il Real Madrid vince il derby con il Barça e torna in finale

E' Olympiacos-Real Madrid la finale 2013 di Eurolega. Dopo il sorprendente (almeno nelle dimensioni) successo della formazione greca sul Cska Mosca, le merengues hanno vinto il derby spagnolo contro il Barcellona (74-67), tornando così nella finale della massima competizione continentale, dopo 18 anni. La gara è stata risolta solamente nel finale, con il decisivo parziale di 15-2, con Felipe Reyes protagonista, per ribaltare e vincere il confronto.

L'inizio della partita è favorevole ai catalani, con un Juan Carlos Navarro subito incisivo, mentre il Real fatica a trovare il canestro, fino alla fine del primo quarto. Subito dopo il primo intervallo, però, cambia la musica, grazie a tre triple di Sergio Llull, prima per riportare sotto e poi per trovare l'allungo madridista. Il Barça però non molla e resta agganciato, grazie ad un grande Ante Tomic.

La sfida resta equilibrata subito dopo la pausa, prima del parziale di 12-0, con la firma di Marcelinho Huertas, per portare la squadra di Pascual sul +8, diventato anche +9 (61-52 al 33'), quando Ingles mette la tripla. Finita? Assolutamente no, il Real si aggrappa al suo capitano e Reyes risponde presente. Parziale di 15-2, con un paio di recuperi di Fernandez e Madrid in finale.

L'Olympiacos stende il Cska Mosca e vola in finale

Le Final Four 2013 si aprono con una sorpresa. Come l'anno scorso, l'Olympiacos Pireo stende il Cska Mosca (69-52) e vola in finale di Eurolega. Un dominio per la squadra greca, avanti anche di oltre 20 punti, con una grandissima difesa ed un attacco equilibrato, facendo il vuoto a rimbalzo. La squadra di Ettore Messina è irriconoscibile, impiega più di un tempo per superare quota 30 punti ed è disastrosa dalla lunetta (17/30).

Il primo canestro della Final Four londinese è di Weems, ma ben presto sono i greci a prendere il comando della partita. Dopo una prima parte equilibrata, infatti, arriva il parziale di 10-2, aperto da due liberi di Spanoulis e con Hines protagonista. C'è anche la doppia cifra di vantaggio ad inizio secondo quarto, con Printezis e Law perfetti dal campo, mentre i russi sparano a salve dalla lunetta (3/10 al 20'), perdono ben 9 palloni e vanno a punti praticamente solo con Kaun.

Il distacco sale ancora maggiormente, fino al +17 (45-28 al 22'), con una tripla di Papanikolau, mentre la squadra di Messina non riesce a trovare il bandolo della matassa. Il Cska risale faticosamente fino a -11, prima di sprecare tantissime occasioni per riavvicinarsi ulteriormente: la squadra di Bartzokas ne approfitta, piazza un 10-0 con Hines e Antic, a cavallo dell'ultimo intervallo, e vola a +21. E' finita qua, nel finale c'è anche un po' di tensione Teodosic-Antic, subito sedata. L'Olympiacos è in finale.

Eurolega: Messina vuol tornare sul trono d’Europa

Il basket europeo al suo meglio, ma in Italia lo sanno in pochi. Oggi scattano le Final Four di Eurolega, la festa della pallacanestro continentale, anche se purtroppo gli appassionati italiani dovranno fare una scelta. La discutibile decisione di non fare la consueta pausa del nostro campionato, infatti, mette in contemporanea la seconda semifinale con le serie playoff della parte alta del tabellone.

A Londra lo spettacolo certamente non mancherà. Si inizia dalla rivincita dell’incredibile finale dell’anno scorso, tra Olympiacos Pireo e Cska Mosca, quando i greci salirono sul trono europeo con una clamorosa ed epica rimonta. Come il maggio scorso, anche ora sono i russi ad essere favoriti: una sola sconfitta nella stagione regolare, secondo miglior record delle Top 16 e la grande esperienza di Ettore Messina in panchina.

L’allenatore italiano ha vinto tutte le nove semifinali a cui ha partecipato e la Russia è la dominatrice europea dell’anno, con successi in tutte le competizioni continentali tra uomini e donne. I greci non sono certo una vittima sacrificale, con Vassili Spanoulis appena premiato come MVP della stagione europea ed una squadra in ottima forma, capace di fallire raramente i momenti decisivi.

Alle 21 l’altra sfida: il ‘Clasico’ di Spagna tra Barcellona e Real Madrid. Una gara sempre speciale, per una rivalità infinita e piena di tensioni. Da una parte c’è un Juan Carlos Navarro al meglio della condizione, ma le assenze di Jawai, Mickael e Oleson sono molto pesanti, dall’altra c’è la voglia di interrompere un lungo digiuno, per un trionfo europeo assente dal lontano 1995. Un’altra sfida incerta, tutta da gustare.

Il programma della Final Four (in diretta su Sportitalia 2):

Venerdì
Ore 18.00 Cska Mosca-Olympiacos Pireo
Ore 21.00 Barcellona-Real Madrid

Domenica
Ore 18.00 Finale 3° posto
Ore 21.00 Finale 1° posto

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail