NBA playoff 2013: Miami e Memphis allungano sul 3-1

I Miami Heat sbancano Chicago per la seconda volta consecutiva e sono ad un passo dalla qualificazione alla finale della Eastern Conference. La squadra di Spoelstra ha dominato gara 4, prendendo il comando del confronto sin dal primo quarto, per poi spezzare definitivamente il match subito dopo l’intervallo lungo, quando ha tenuto i Bulls a soli otto punti segnati nel terzo periodo, volando sul +19, mai più recuperato.

Il solito LeBron James è stato il migliore in campo (27 punti, 7 rimbalzi e 8 assist), ben supportato da Chris Bosh (14 punti con 7/10 dal campo), ma è stata la difesa la chiave del successo. I padroni di casa, ancora senza Rose, Hinrich e Deng, hanno avuto una serata al tiro da incubo (25.7% complessivo), con il terribile 0/12 di Nate Robinson. Brutta giornata anche per il nostro Marco Belinelli: 9 punti (3/8 al tiro), 3 rimbalzi e 2 perse.

Vanno sul 3-1 anche i Memphis Grizzlies, rispettando però il fattore campo, e grazie ad una grande rimonta nel secondo tempo su Oklahoma City, dopo aver toccato anche il -17. La partita è andata al supplementare, grazie ad un canestro di Kevin Durant a 6”4 dalla sirena finale, ma nel prolungamento i Thunder hanno segnato solamente un canestro ed i padroni di casa ne hanno approfittato per portare a casa il successo.

Tre uomini oltre quota 20 punti per i Grizzlies, con Mike Conley miglior marcatore con 24, anche se i canestri decisivi all’overtime sono stati realizzati da Zach Randolph e Marc Gasol. Finalmente KD ha avuto un supporto offensivo da parte dei compagni di squadra, con altri quattro uomini in doppia cifra, ma l’1/11 complessivo nella fase decisiva del confronto è costata la sconfitta. Ora i vice campioni in carica sono obbligati a vincere le tre gare rimanenti.

I risultati della scorsa notte (13 maggio 2013):

Chicago Bulls-Miami Heat 65-88 (serie 1-3)
Memphis Grizzlies-Oklahoma City Thunder 103-97 dts (3-1)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail