Olimpiadi di Londra 2012, Ginnastica artistica: Vanessa Ferrari in tre finali, orgoglio Italia

Londra 2012, Ginnastica, Vanessa Ferrari

Vanessa Ferrari, con la giornata straordinaria di oggi, nelle qualificazioni della ginnastica artistica femminile, inorgoglisce l'Italia, si riscatta dalla pessima prova di Pechino 2008 e si garantisce la partecipazione a tre finali olimpiche: al corpo libero, nel concorso generale individuale insieme a Carlotta Ferlito e nel concorso generale a squadre.

La Ferrari nasce a Orzinuovi (Brescia) il 10 novembre 1990. Pesa 45 kg ed è alta 145 centimetri. Gareggia per l'Esercito (la sua prima squadra è la Brixia Brescia) ed è allenata da Enrico Casella (la sua prima allenatrice è stata Daniela Leporati Casella).

Vanessa Ferrari, tutte le foto

Vanessa Ferrari
Vanessa Ferrari al corpo libero
Vanessa Ferrari, tutte le foto
Vanessa Ferrari, tutte le foto

Recentemente si è resa protagonista di una curiosa polemica nei confronti della ginnastica ritmica:

«Io non so perché non hanno ancora cancellato la ritmica dal programma olimpico. Un'ingiustizia, ad esempio, che il rugby ai Giochi non ci sia. È uno sport vero. Io non amo la ritmica, non ha i sacrifici di noi dell'artistica, è per ballerine fallite. Invidia? No, mi tengo la mia di ginnastica e i sacrifici non pesano»


Frasi che non fanno certo piacere alle ginnaste della ritimica in generale, e alle Farfalle azzurre in particolare.

La giovane ha poi cercato di rimediare:

«Quando ho parlato della ginnastica ritmica sono stata fraintesa. Nell'esprimere, infatti, il rammarico per l'assenza ai Giochi Olimpici del rugby, ho detto che ci sono discipline come la ritmica che stanno dando un pessimo esempio di sé attraverso giudizi discutibili, spesso a danno delle nostre Farfalle. E' chiaro che mi auguro che ciò non accada e che l'Italia, tre volte mondiale, si aggiudichi l'oro olimpico».

Ma ormai la frittata era fatta.

La Ferrari avrà occasione di riscattare la brutta figura con un'altra bella performance, come quella di oggi, che ha letteralmente trascinato la compagine azzurra.

Il palmares della ginnasta, di tutto rispetto, avrebbe davvero bisogno di una medaglia olimpica per arricchirsi ulteriormente.

    Giochi Olimpici
    11ª Pechino 2008 conc. indiv. e 10ª a sq.

    Campionati Mondiali
    1ª 2006 Aarhus conc. gen.; 3ª corpo libero; 3ª parallele asimm.; 9ª a sq. 3ª Stoccarda 2007 conc. gen.; 4ª a sq.; 6ª corpo libero; 8ª parallele asimm. 6ª Rotterdam 2010 corpo libero; 8ª a sq.; 11ª conc. gen. 12ª Tokyo 2011 All Around; 9ª a sq.

    Campionati Europei
    1ª Volos 2006 a sq.; 2ª corpo libero; 1ª conc gen. Amsterdam 2007; 1ª corpo libero 4ª Clermont Ferrand 2008 a sq. e 5ª trave 2ª Milano 2009 corpo libero e 9ª conc. gen. 4ª Birmingham 2010 corpo libero; 5ª a sq.; 7ª parallele asimm. 6ª Berlino 2011 conc. gen.; 8ª parallele asimm. 3ª Bruxelles 2012 a Sq., 4ª corpo libero


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: